On/Off

Gli autori :
due giornalisti operanti nell’ambito   dell’informazione multimediale

In questo libro un piacevole invito ad analizzare i media e le informazioni che veicolano,la frequenza e la periodicità con la quale i fatti vengono proposti e riproposti al pubblico.

Un’indagine arguta su quello che ci circonda e che,sebbene celato nel buio più profondo,
non vuol dire che non esista.
Uno sgabello da addetto alle luci per mostrare alla platea anche gli angoli più nascosti del palco.
Una postazione meno comoda della poltrona da spettatore ma,di certo,più appagante.

Insomma una realtà illuminata,e visibile,troppo spesso a comando.

Quarta di copertina

Una realtà illuminata, e quindi visibile, troppo spesso a comando.
Fatti che emrgono tra la luce accecante dei flash e le prime pagine dei giornali, improvvisamente nascosti a un sipario, rubato alla vista anche quando vorremmo saperne di più.
Notizie alla ribalta, come star indiscusse e strapagate del jet-set dell’informazione, con uno stesso tragico destino: ritornare all’anonimato per poi essere, forse scritturate per una comparsa o per il ruolo di protagonista.
In questo libro un piacevole invito ad analizzare i media e le informazioni che veicolano, la frequenza e la periodicità con la quale i fatti vengono proposti e riproposti al pubblico.
Un’indagine arguta su quello che ci circonda e che, sebbene celato nel buio più profondo, non vuol dire che non esista.
Uno sgabello da addetto alle luci, per mostrare alla platea anche gli angoli più nascosti del palco.
Una postazione meno comoda della poltrona da spettatore ma, di certo, più appagante.